Chi Siamo

Una chiesa evangelica è composta da persone unite dalla stessa esperienza di fede: avere incontrato personalmente la Grazia di Dio, realizzato il perdono dei peccati e la liberazione da tutto ciò che impediva una relazione intima e reale con il Signore. Il proposito di ciascun credente della nostra comunità è quello di ritornare alla semplicità del messaggio dell'Evangelo, il quale è ancora oggi potente a salvare. 

 

Soltanto 25 anni fa, le chiese evengeliche in Emilia Romagna si contavano tra le dita di una mano. Oggi, a distanza di pochi anni, sono presenti solo sul territorio della nostra Regione oltre 100 comunità che si riconoscono nella fede evangelica: questa crescita esponenziale riflette il sempre più grande bisogno che gli uomini hanno di un incontro personale con il loro Creatore. Il benessere, la tecnologia ed il progresso hanno forse allontanato molte persone dalla "religiosità" tradizionale, spesso vuota ed impolverata, ma non sono riuscite a spegnere il forte bisogno di Dio, presente chiaramente nel cuore di ogni uomo. 

 

Da oltre un anno, un gruppo di giovani denominato GiovaniLIberi appartenente alla Chiesa Cristina Evangelica di Forlì, ha iniziato a pregare per la città di Faenza e a visitare alcuni punti logistici (come la Piazza Centrale o il Parco Urbano), per distribuire del materiale evangelistico e testimoniare in questa città dell'amore di Dio. 

Numerosi sono i contatti che abbiamo avuto (e che abbiamo tutt'ora) e questo a testimonianza che quest'opera, questa missione, è guidata da Qualcuno di molto più grande di noi.

 

 

 

 

Non siamo soli!

La nostra comunità infatti è associata ad altre centinaia di chiese cristiane evangeliche sparse ovunque nel nostro paese e conosciute come le "Assemblee di Dio in Italia" (A.D.I.).
Esse sono sorte sotto l'impulso di quel grande risveglio evangelico, nato al principio del ventesimo secolo come un ritorno alla dottrina ed alla pratica del cristianesimo dell'era apostolica, e che conta oggi quasi cento milioni di membri, sparsi in tutti i paesi del mondo. 

Conformemente all'insegnamento della Bibbia, le nostre chiese si compongono di persone che hanno realizzato l'esperienza di una autentica conversione al Signore Gesù Cristo. 
La nostra vocazione particolare è per un ritorno alla fonte biblica del cristianesimo, alla fede e all'esperienza della Chiesa cristiana fedele all'insegnamento di "Tutto l'Evangelo", all'esempio di semplicità, di spontaneità e di potenza della Chiesa dell'era apostolica.
Certi che Dio abbia da dire ancora qualcosa agli uomini della nostra generazione, annunciamo il sicuro trionfo di Gesù Cristo.

 

Non ammettiamo altri riti che quelli descritti dal Nuovo Testamento e nella loro forma originaria: il battesimo per immersione dei credenti; la Cena del Signore sotto le due specie del pane e del vino, distribuita ai fedeli, ed anche alla preghiera per la guarigione dei malati.

Le A.D.I. costituiscono una grande famiglia di credenti che sviluppano la loro vita spirituale con la preghiera in comune, la meditazione e lo studio della Bibbia e l'azione pratica. Ogni comunità celebra con fervore e con spontaneità il proprio culto a Dio, adorandoLo in "spirito e verità" secondo l'insegnamento del Signore Gesù Cristo. Queste sono curate da pastori o anziani, quali ministri di tutti gli atti di culto e si sostengono finanziariamente con contribuziuoni e offerte assolutamente volontarie dei propri membri. Esse si astengono da ogni forma di militanza politica, ma attuano la loro opera sociale e civile attraverso l'impegno dei propri membri, insegnando l'ubbidienza alle Autorità dello Stato, come stabilito da Dio.  

 

Dalla lettura del Nuovo Testamento è possibile conoscere esattamente il loro credo e la loro pratica. Non hanno altro testo ufficiale che la Bibbia.

Nel nostro Paese, le "Assemblee di Dio in Italia" sono giuridicamente riconosciute come Associazione Cristiana Evangelica di culto, istruzione ed assistenza, con decreto presidenziale del 5 dicembre 1959 - n.1349 e, a seguito dell'Intesa tra il Governo della Repubblica Italiana e le "Assemblee di Dio in Italia", in attuzione dell'art. 8, terzo comma della Costituzione, le chiese evangeliche A.D.I.  hanno regolato i loro rapporti con lo Stato mediante la Legge 22 novembre 1988 - n. 517.
Nel mondo, il movimento non ha una organizzazione centrale, ma ogni gruppo nazionale conserva la propria indipendenza strutturale, finanziaria e spirituale. Concludendo, le "Assemblee di Dio in Italia" sono delle comunità organizzate sul modello del Nuovo Testamento, desiderose soltanto di annunciare tutto l'insegnamento di Cristo e degli Apostoli e la sua attuazione, da parte di tutti i suoi membri, nella pratica della vita quotidiana.